fbpx

Cos’è e a cosa serve l’assicurazione per cessione del quinto?

Ogni cessione del quinto dello stipendio prevede una polizza assicurativa su rischio vita e impiego. In questo modo è possibile garantire i diritti sia di chi presta la somma di denaro, sia di chi la riceve e la ripaga nel tempo.


Quando contatti un istituto di credito o una banca per ottenere una cessione del quinto firmi, automaticamente, anche il via libera per un’assicurazione. Che è obbligatoria, non puoi decidere se accettare o meno questo passaggio. Ma non devi neanche temere un eventuale aumento della rata.

Cos'è e a cosa serve l'assicurazione per cessione del quinto?

Infatti, la polizza assicurativa per la cessione del quinto è inclusa nel TAEG. E ha lo scopo di tutelare sia chi presta la somma da liquidare, sia chi riceve l’accredito sul conto corrente. Ecco perché prima di procedere con la tua domanda di cessione del quinto conviene approfondire l’argomento.

Cos’è l’assicurazione per la cessione?

Ogni cessione del quinto prevede un’assicurazione per tutelare chi presta il denaro da eventuali rischi di insolvenza. Questo passaggio è stato definito art. 54 del decreto n. 180 del Presidente della Repubblica. Ecco l’estratto che ci interessa per approfondire questo passaggio:

“Le cessioni di quote di stipendio o di salario consentite a norma del presente titolo devono avere la garanzia dell’assicurazione sulla vita e contro i rischi di impiego od altre malleverie che ne assicurino il ricupero nei casi in cui per cessazione o riduzione di stipendio o salario o per liquidazione di un trattamento di quiescenza insufficiente non sia possibile la continuazione dell’ammortamento o il ricupero del residuo credito”.

Quindi, per sintetizzare, possiamo dire che l’assicurazione per la cessione del quinto è un obbligo stabilito dalla legge italiana. Come anticipato, non è possibile scegliere se accettarla o meno. Non devi neanche gestirla in prima persona perché è l’istituto finanziario che si occupa di avviare le procedure.

Da leggere: la cessione del quinto per militari

Gli aspetti coperti dall’assicurazione?

In primo luogo, sia per la cessione del quinto dello stipendio che per la pensione, abbiamo un’assicurazione sul rischio vita per coprire il prestito da eventuali decessi da parte di chi ha chiesto il finanziamento. Chiaramente esiste un limite di età massima per restituire la somma, nel caso della cessione del quinto della pensione, proprio perché il rischio aumenta con l’avanzare degli anni.

Questo parametro è deciso dalla banca, che decide se affrontare o meno il rischio per accogliere un maggior numero di clienti. L’altro aspetto che viene assicurato, solo per i dipendenti e la cessione del quinto dello stipendio, è quello dell’eventuale perdita del lavoro prima della chiusura del contratto.

Cosa cambia tra dipendenti pubblici e privati?

In entrambi i casi, anche se stai chiedendo dei prestiti NoiPA, hai sempre bisogno di entrambe le polizze assicurative. Ma mentre quella dedicata al rischio vita non viene influenzata dal tipo di contratto, l’assicurazione della cessione del quinto che copre da eventuali perdita del posto di lavoro è determinata da questa condizione. Perché la copertura deve valutare quello che è il rischio.

Il dipendente pubblico ha una stabilità superiore rispetto al settore privato, anche se il dipendente ha un contratto a tempo indeterminato. Molto dipende dalle verifiche che si devono effettuare per stabilire la stabilità dell’impresa che deve versare la rata per ottenere la cessione del quinto.

contatti per prestiti

Lo Stato non è visto come un soggetto a rischio fallimento, lo stesso non si può dire di un’azienda qualsiasi che deve essere studiata a fondo per verificare se e come può far parte dell’accordo tra finanziaria e chi chiede un prestito. Ovviamente tutto ciò è escluso per i pensionati.

Cosa copre l’assicurazione della cessione?

Nel momento in cui hai chiesto e ottenuto la cessione del quinto, sei coperto dall’assicurazione che interviene se non puoi restituire le somme avute in prestito. Ipotizziamo questo: il dipendente viene licenziato prima della chiusura delle ultime rate, In questo caso il datore di lavoro deve dare alla banca o alla finanziaria il TFR/TFS fino a estinzione del prestito. Quello che avanza va all’ex dipendente.

Ma se non è sufficiente interviene l’assicurazione secondo i criteri stabiliti dal contratto. Se invece l’ex dipendente viene assunto da una nuova società si trasferisce la cessione del quinto.

Questo vale anche per dimissioni volontarie ma c’è da aggiungere che molto dipende dal caso. Se c’è un licenziamento volontario l’assicurazione potrebbe rifiutarsi di coprire le rate rimanenti.

Per capire cosa copre l’assicurazione della cessione del quinto bisogna comprendere quale soluzione è stata preferita e cosa propone la finanziaria in base alle condizioni di partenza del dipendente.

Da leggere: quanti giorni di ferie si maturano in un mese?

Quale assicurazione conviene scegliere?

Alcune polizze hanno diritto a rifarsi sul debitore se non c’è copertura verso la banca, altre invece possono coprire tutte le condizioni. Ovviamente, molte offerte vengono formulate anche in virtù del tipo di impiego ed è chiaro che i dipendenti di grandi aziende municipalizzate o a partecipazione statale possono avere dei trattamenti di favore, al pari dei dipendenti della pubblica amministrazione.

Dott. Silvio Parisella

Sono un agente finanziario specialist inscritto all'albo OAM A4128. Mi occupo di prestiti dal 2005 con particolare attenzione al comparto sanità. Ho finanziato migliaia di medici, infermieri presenti in tutta Italia attraverso i prodotti di Prexta S.p.A. Gruppo Bancario Mediolanum.
Categories
categoria: Notizie per dipendenti grandi aziende
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy