Cos’è e a cosa serve il merito creditizio quando chiedi un prestito?

Il credit score (o merito creditizio) è quel parametro che viene utilizzato da banche e società finanziarie per valutare se concedere o meno un prestito. Rappresenta la tua autorevolezza e affidabilità per affrontare la restituzione del credito.


Uno dei punti da valutare quando chiedi un prestito a una banca o a una finanziaria è il merito creditizio. Spesso viene indicato come credit score ma la sostanza non cambia: grazie a questo parametro si decide se e come concedere la somma che hai chiesto per le tue necessità.

Necessità che possono essere differenti. C’è chi chiede un prestito per ristrutturare casa, chi ha bisogno di un finanziamento per comprare l’auto o per sostenere l’anticipo e acquistare una proprietà.

Cos'è e a cosa serve il merito creditizio quando chiedi un prestito?

Questo al creditore non interessa se parliamo di un prestito NoiPA o di una cessione del quinto non finalizzata. Anche un prestito personale ragiona in questo modo: tu usi la liquidità come preferisci. Ciò che fa la differenza è il credit score. Qui si decide tutto. Ma di cosa si tratta esattamente?

Cos’è il merito creditizio e come funziona

Con questo termine intendiamo un parametro calcolato dagli istituti che concedono prestiti per valutare la capacità di un cliente di tenere fede all’impegno. In pratica, è un indice di affidabilità che definisce il rischio di insolvenza – ovvero l’incapacità di pagare le rate mensili – del singolo contratto.

Rispetto al meccanismo di questo indicatore, a prescindere dagli aspetti squisitamente tecnici, possiamo sintetizzare così il funzionamento: maggiore è il suo valore, migliori condizioni puoi avere con il finanziamento. Perché la banca o la finanziaria saranno ben felici di avere come cliente un contatto che ha un merito creditizio elevato. Quindi con buone garanzia di restituire la somma.

Da leggere: come fare la chiusura anticipata della cessione

Definizione del rating sul merito creditizio

Ogni individuo che chiede un prestito ha il suo merito creditizio. Lo scopo del calcolo è semplice: aiuta la banca o la finanziaria a prendere una decisione rispetto a se e come concedere la liquidità. In alcuni casi, un merito creditizio molto basso chiude le porte al prestito, in altri influenza gli interessi.

Il risultato di questi calcoli è il rating, ovvero una classifica con delle classi in cui si inseriscono i vari profili. Ad esempio, un potenziale cliente che chiede un prestito con un contratto di lavoro a tempo indeterminato con la Pubblica Amministrazione e nessun prestito attivo può avere un rating AAA.

Ovvero il massimo dell’affidabilità. Un profilo simile con dei prestiti già avviati può scendere a un livello AA e via così. Fino a raggiungere il livello più basso del rating, vale a dire C. In questo caso, diventa molto difficile riuscire a ottenere un prestito. Soprattutto a condizioni vantaggiose.

PRESTITO SU MISURA

PER DIPENDENTI PUBBLICI E PENSIONATI

Simulazione gratuita in 1 minuto

    *campi obbligatori

     
    Dichiaro di aver letto l'informativa trattamento dati personali con riferimento al servizio richiesto.
    Dichiaro di prestare consenso al trattamento dati personali al fine di ricevere informazioni sui prodotti offerti da Ratasumisura.it

    Come posso conoscere il mio credit score?

    Per conoscere il credit score, senza chiedere un prestito a un istituto di credito che comunque lo calcolerà per definire l’offerta, puoi contattare degli intermediari finanziari. In alternativa puoi consultare il CRIF – Centrale Rischi Finanziari – o il CTC, una banca dati di informazioni creditizie.

    Il merito creditizio può influenzare le rate?

    Sì, questo parametro non serve solo ad accettare un cliente definendolo affidabile e meritevole. Anche se il prestito viene concesso, attraverso il merito creditizio si possono delineare delle condizioni più o meno vantaggiose che dipendono dal rischio che corre l’istituto di credito nel prestare liquidità.

    In altre parole, un credit score elevato corrisponde a maggior sicurezza e condizioni vantaggiose (quindi interessi bassi). D’altro canto, un merito creditizio basso (o non elevato) indica rischio di insolvenza. La banca può comunque concedere il prestito chiedendo però interessi più alti.

    Come calcolare il credit score

    Il calcolo del merito creditizio è un’operazione statistica che chiama in causa diversi parametri. In primo luogo la puntualità dei pagamenti di prestiti precedenti e il rapporto debito-reddito. Ovvero la relazione tra quanto guadagni ed eventuali rate da versare per altri finanziamenti in vigore.

    Se una banca percepisce che hai diverse rate che già dimezzano lo stipendio, e in passato ci sono state difficoltà a ripagare i debiti, il credit score diminuisce. In questo equilibrio influiscono anche importo richiesto, età ed eventuale presenza di prestiti che sono stati rifiutati in passato.

    Da leggere: definizione di prestiti NOIPA per insegnanti

    Posso migliorare il merito creditizio?

    Oltre a pagare tutte le rate in modo puntuale e presentare un contratto di lavoro stabile – meglio a tempo indeterminato con un ente pubblico – il modo più semplice per migliorare in tempi rapidi il credit score è il consolidamento debiti. Infatti, spesso questo parametro è basso a causa di diversi finanziamenti aperti che incidono negativamente sul rapporto tra rate e reddito.

    Per risolvere basta un consolidamento: un prestito per ripagare quelli precedenti e ripagare quelli precedenti con un ammortamento più comodo e una rata meno incisiva sullo stipendio. Questo ti permette di migliorare il rapporto debito-reddito e aumentare il credit score. Lo stesso avviene se paghi il rimborso dei debiti nei tempi stabiliti ed eviti di chiedere molti finanziamenti in un periodo ristretto.

    Dott. Silvio Parisella

    Sono un agente finanziario specialist inscritto all'albo OAM A4128. Mi occupo di prestiti dal 2005 con particolare attenzione al comparto sanità. Ho finanziato migliaia di medici, infermieri presenti in tutta Italia attraverso i prodotti di Prexta S.p.A. Gruppo Bancario Mediolanum. I contenuti e le opinioni eventualmente espresse all’interno di questo blog non rappresentano né corrispondono necessariamente al punto di vista dell’Azienda per cui lavoro.
    Categories
    categoria: Notizie sui prestiti
    My Agile Privacy
    Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
    Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy